Attore e regista. Dopo la laurea in Lettere moderne all’Università “La Sapienza” di Roma si diploma come attore presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano. 

Come interprete teatrale ha lavorato con alcuni dei maggiori registi italiani tra i quali Luca Ronconi, Krzysztof Zanussi, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Jean-Louis Barrault, Giancarlo Cobelli, Marco Parodi, Walter Pagliaro, Pier Luigi Pizzi, Glauco Mauri, Piero Maccarinelli, Franco Però, Walter Le Moli, Marco Mattolini, Luca De Fusco, Giampiero Cicciò, Pietro Carriglio

Attore e regista. Dopo la laurea in Lettere moderne all’Università “La Sapienza” di Roma si diploma come attore presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano. 

Come interprete teatrale ha lavorato con alcuni dei maggiori registi italiani tra i quali Luca Ronconi, Krzysztof Zanussi, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Jean-Louis Barrault, Giancarlo Cobelli, Marco Parodi, Walter Pagliaro, Pier Luigi Pizzi, Glauco Mauri, Piero Maccarinelli, Franco Però, Walter Le Moli, Marco Mattolini, Luca De Fusco, Giampiero Cicciò, Pietro Carriglio

Attivo anche nel cinema e in televisione, il suo esordio sul grande schermo è stato nel film La prova d'amore diretto da Tiziano Longo. Tra i suoi lavori più importanti le partecipazioni ne L'assedio di Bernardo Bertolucci e in Rosa e Cornelia di Giorgio Treves.

A partire dagli anni Ottanta prende parte a numerosi progetti televisivi. Tra questi Aldo Moro - Il presidente di Gianluca Maria Tavarelli, in cui interpreta Giulio Andreotti, e Nassiryia - Per non dimenticare di Michele Soavi, nella parte del colonnello Bruno Scolari. Nel 2012 entra nel cast de Il giovane Montalbano, prequel della famosa serie televisiva tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. Ha lavorato con importanti registi tra i quali Carlo Lizzani, Franco Giraldi, Bernardo Bertolucci, Liliana Cavani, Lamberto Bava, Jacques Fansten, Maurizio Ponzi, Alberto Bevilacqua, Philippe Labro, Diane Kurys, Italo Moscati, Giorgio Ferrara, Alessandro Capone, Franco Amurri, Gianni Lepre, Jean Michelini, Giulio Manfredonia, Samad Zarmandili.

Come regista ha firmato numerosi spettacoli tra cui Bagno finale, L’erede universale e Un banale incidente di Roberto Lerici, Don Juan e Manfred di George Byron, Nerone e Casanova di Franco Cuomo, Dialoghi sulla Bastiglia di De Sade, Faust di Nicolaus Lenau, La notte e il momento di Crebillon Fils, Il giudizio universale di Vittorio Alfieri, Valentin di Karl Valentin, Cagliostro e Cancroregina di Tommaso Landolfi, Doctor Faust di Thomas Mann, Ricordi dal sottosuolo di Fëdor Dostoevskij, Elegie romane di Wolfgang Goethe, Una macchina fatale di Franz Kafka, Amor mi mosse di Dante Alighieri,  Appunti di viaggio e Scene dal Melampo di Ennio Flaiano, Welcome to Paradise e Mobidic di Karl Weigel, Io e Lui di Alberto Moravia.